abbonati al nostro blog è gratis e ci fai piacere

lunedì 16 ottobre 2017

fatevi i gatti vostri n. 720 "dedicato a un mio EX"

 Ragazzo, visto che mandi messaggi di una tale idiozia che ti se ne riconoscerebbe la paternità anche se tu non li  firmassi,  ti rispondo sul blog che dici di leggere sempre

Dani

domenica 15 ottobre 2017

fatevi i gatti vostri n.719 " Zanza for Asia"

Premetto che ame,  come a moltissime altre amiche mie, Asia sta abbastanza sulle palle  per il suo modo di tirarsela che fa cacare e per il fatto che pare si diverta a resultare indigesta.
Chiarito  ciò, voglio dire la mia entrando  nella   disputa che infiamma i blogghi da un paio di giorni .

E dirò subito che sto dalla parte di Asia e il perché.

Adesso  che il lurido  porco  è stato sputtanato, tutta Hollywood, che conosceva benissimo i suoi vizi, fa OOOH

e al bar Nado, Dino ha subito arpeggiato una sorta di cover alla  Povia che sona così:

per du' pompini fanno oh 
che meraviglia che parapiglia

ma chi lo pglia dove lo piglia?

ora che  è gnudo  fanno oh

Ha fatto oh anche quarche notissima Lady der cine 
e  anche quarcheduna non der cine che (ORA e non ALLORA) ha detto "pecunia non olet specie in politi'a ma lui è davvero sporco e maleodorante" e allora ridiamoni i vaini" 

e a quell'artra  mentre faceva OH  n'hanno detto  "sta attenta a une   sgocciolatti ir vestito vand'apri bocca in codesto modo pe fa OHH".
Ma ritorniamo a bomba
Che il porco d'oro con tutto il monte di topa che aveva dintorno fosse preso dai raptussi pe Asia verrebbe da  credeci  poco, questo  lo so.
Perdipiù  poi leilì  un farebbe arrapà nemmeno r gatto Benito che in tempi di magra ha montato anche le scatole di cartone.
Oh allora che sarà successo e come sarà successo?
Probabilmente a lei ni sarà cascato l'accendino  e nel raccattallo si sarà inchinata così bene da  mostrà  che un aveva le mutande. 
Quando poi avrà  visto l'animale colla lingua di fori  che ni chiedeva la topa n'avrà detto:
"Oddio o che voi fa, no dai, ma sei matto? Un voglio, no no, un voglio, magari n'antra vorta..."
Ma se  l'omaccione n'è sartato addosso  e la parola di Asia è parola di donna  e donna d'onore, allora è violenza e su questo  non rompete le palle! Violenza o stupro  o come lo volete chiamà quello è.
E se anche lui n'avesse detto: "se un me ladai ti rovino la carriera" sarebbe  stato un condizionamento parecchio peso pe una che ala carriera ci tiene. Quarcheduno storge 'r naso e dice che c'era na fila di postulanti che empiva la collina di Holliwood e tutte sapevano cosa chiedeva. 
Un c' interessa, Asia ha detto stupro e Asia è na donna e  donna d'onore.
Certo un sarebbe morta di fame a andà via,  ma si vede che lui un l'ha fatta andà via .
Certo una vorta successo 'r primo atto di violenza un serviva che ci ritornasse (mi viene in mente la barzelletta dela suora che qui racconta un barzellettiere livornese,   (clikka sto scritto tra parentesi pe sentilla)  certo  un aveva cinque bimbi piccini da sfamà e sto fenomeno d'omo un avrà mica trombato tutte l'attrici di Hollywood  no? Quindi quarcheduna  n'avrà anche detto no, o n'avrà tirato un carcio nele palle  ma una donna un è miga obbrigata a esse Rambo in certe situazioni  si pole rimanè atterrite e in quei casi a quarcheduna ni si stringe la topa er culo e a quarcheduna ni scappa la pipì o ni viene na botta di diarrea mica siamo fatte cor medesimo  stampo no?
 Asia dice che è stato uno stupro durato dell' anni (boia dé) e viste le bieche abitudini di Weinstain c'è da crederle e io che son donna non ho motivo di non crederle perché Asia è donna  e direi, donna d'onore.
 Per amore di giustizia  bisognerebbe sentì anche la controparte, difatti pare abbia già dichiarato  che quarcheduna lui sì l'ha tocchicciata ma co Asia propio no, anzi   è stato lui a ritrovassela addosso e non sapeva come fa a levassela da coglioni ma ni crederanno in pochi a quer sudicio lì e davanti ci son trenta donne co in testa Asia che è stata quella che co tutti quell'anni è ar primo posto tra le vittime.
Dunque per me, dato  pe scontato che Asia racconti il vero e sia come le ho già riconosciuto  donna d'onore, è stupro e anche se poi tutti i martedì fosse tornata lei a sonagli il campanello e a dinni "e oggi dove me lo 'nfili orsacchione peloso?"
 la musica non cambierebbe affatto e resterei solidale co Asia.  
Di casi di identificazione con l'orco o col torturatore è piena la vita e la letteratura. Qui vorrei  ricordare il bellissimo filme  Portiere di Notte con la divina Charlotte Rampling e Dirk Bogarde. Per chi un l'ha visto consiglio di vedello, merita.
Al fatto poi che tanti omini parlino di provocazione perché una magari gira cole cosce di fori o addirittura  poi ci debba esse differenza tra lo stupro di una liceale che va a messa e una che batte il marciapiede un ci credo propio anzi mi ripugna l'idea di far queste differenze.
Se Riccardo Schicchi quando faceva il compagno e manager di Cicciolina n'avesse detto
"mettiti a buco ritto che ho voglia  di topa" e lei un avesse avuto voglia
e lui n'avesse detto " allora ti vado nculo e piglio n'altra pornoattrice pe fa rfilme co Rocco"
e lei piangendo avesse acconsentito, sarebbe stato uno stupro, anche se tra le zampe a leilì  finallora  ni c'era passato un traffico pari aquello del traforo del Monte Bianco.
Nzomma io Zanza ( e parlo in prima pe un dà adito a male interpretazioni) posso esse troia ar massimo grado, budello di fori e maiala  di dentro come la sarsiccia, la posso dà  anche ai 4 mori di Livorno  tutti nzieme stile orgia   ma se dico:" NO" deve esse NO e un omo  deve rispettà ir mi NO sennò è stupro.
Et de hoc satis diceva sempre Dante quand'ero piccina e lui  voleva mette fine a na discussione ar barre. 
Se n'è detto anche troppo anche su sta vicenda.
Discuterei semmai sullo stile con cui è stata fatta la comunicazione. Pare una dele sortite di Belenne
 "Ci so? tutti? tutti tuti davero? E, i giornalisti ce stano? Diu miu! ma  I fotografi ando   stanno?

 Mi viene poi spontanea una domanda che ancora un ho sentito in televisione
ma tutte ste vittime ocché avevano rimesso la sveglia pe destassi tutte nzieme?
O un sarà che una stellina nova dopo la violenza sia andata da un avvocato di velli cole palle quadre e questo abbia detto   "ora vedrai quanti vaini ni si levano a quer troiaio d'omo". 
Appena sorge voce di una azione importante a livello legale, m'han detto che 'n America  pare di vedè le mosche su na merda.
Magari  alcune avranno pensato:" so stata zitta un sacco di tempo ma ora che c'è da piglià quarcosa,canticchio anch'io.
A vorte è compricato esse donne......
Zanza


sabato 14 ottobre 2017

fatevi i gatti vostri n.718 " Dante e Trampe (che ci sia da preoccuparsi)?"

Stamattina la zia mi chiama sottovoce e mi fa:
"Dani dai un occhio a Dante, è un paio d'ore che è taciturno e sta facendo qualcosa sulla scrivania."
Lo saluto facendo l'indifferente e lui copre con la mano l'oggetto di tanta attenzione.
"Cosa stai facendo zio?"
"Sono dietro a un progetto ma il prototipo è piccolo e non riesco a fare le saldature."
"E sarebbe?"
"E' un prototipo in rame di un oggetto raffinatissimo, se mi viene bene poi lo faccio in oro!"
"E sarebbe?" insisto io, petulante.
"Uh immena che smania, a pranzo se l'ho finito te lo mostro."
Siamo a tavola, io la zia per adesso. Dopo 5 minuti si sente aprire la porta ed Entra Dante con aria misteriosa e le mani dietro la schiena poi poggia sulla tavola un elegante cuscinetto nero con una sorta di doppio cavalletto in ottone che misurerà al massimo 3 cm x 1.
"E cos'è" gli fa curiosa la zia mentre esserino allunga gia la zampa verso il nuovo trastullo.
"Ora lo vedi"
Trionfante si avvicina al contenitore degli stuzzicadenti, ne toglie uno dalla carta e sostenendolo tra pollice e indice lo poggia sul cavalletto.



"Care le mie dubbiose questo è un sostegno per lo stuzzicadenti! Così uno quando se lo leva di bocca lo poggia lì e non sulla tovaglia"
"Cosa che fa davvero schifo" salto su io.
"Difatti ora che il prototipo m'è venuto bene lo rifaccio d'oro e per Natale lo mando in dono a Trampe perché ho visto che nele cene ufficiali si sfruzzica parecchio i denti ma poi un sa mai dove mettere li stecchini e la su moglie ni tira certi calci neli stinchi.... e allora o se li mette in tasca o li rompe tutti e li lascia nel piatto".

Che ci sia da preoccuparsi?
Per lo zio che ha idee tanto bislacche .......
O per Trampe che potrebbe gradire l'oggetto e lanciare una nova moda?


giovedì 12 ottobre 2017

fatevi i gatti vostri n 717 "il riposo del guerriero"

La contesa riguardava una scatola di cartone, di quelle robuste nelle quali vengono imballati i croccantini. Mamma Holly con i sacrifici di tutta la famiglia sta comprando quelli dietetici ossia gusto eccellente, cfalorie bassissime. E' stata una mano santa per Balena che riesce a mantenersi su rotoli accettabili per un gattone qual'è. Il cartone di queste scatole conserva un aroma di cibo intenso e, appena la mamma tira fuori i sacchetti e lascia l'involucro nell'ingresso, c'è la lotta all'accaparramento. Stamattina Esserino stava coprendo i propri bisognini per tacitare zio Dante che dal bagno  sbraitava: 
"insomma io la settimana enimmistica un la posso fare nemmeno al cesso? Inizio un rebus o una crittografia e viene uno di loro a farla...colla maschera mi tocca leggere, colla maschera!" 
Nel frattempo Balena è saltato sulla scatola e



 ha cominciato a graffiarla con tutta la potenza delle sue zampone pareva dicesse: E' mia e guai a chi me la tocca. Aveva fatto male i suoi conti, Esserino di certo non può competere per mole ma ha dalla sua una serie di attacchi e ritirate che ricordano la cavalleria leggera delle grandi battaglie della storia. Così ha iniziato aprender la rincorsa dal fondo della camera per arrivare di volata all' ingresso dopo circa 10 metri di galoppata. Poi una spallata alla scatola e via a corsa. Balena aveva appena il tempo di realizzare che lui tornava all'attacco dalla cucina. Alla fine il Grosso ha dovuto rinunciare al suo trono, scendere ed attenderlo a zampe pari. Gli attachi di Esserino sono proseguiti per almeno altre cinque volte, poi forse il fiato si è fatto più corto e nell'ultima cavalcata ha ridotto la tempestività dell'attacco, Il rotolo a quel punto gli si è parato davanti e mentre Esserino gli rotolava addosso lo ha avvinghiato colle zampone davanti. Aveva voglia lo smilzo a scalciare colle zampe di dietro, la presa di Balena somiglia a quella di un boa constrictor lo sappiamo bene io e la zia, quando ci afferra una caviglia perché attratto dalla trama dei nostri calzettoni è letteralmente impossibile staccarlo con la forza. L'unico intervento tattico è nel gridargli Balena la Pappa! Allora lui molla, salta giù e si dirige correndo in cucina.Esserino non potendo gridargli Pappa ha miacolato, ha soffiato, poi ha fatto palla ed ha aspettatoche il rotolo si stancasse. In effetti anche il gigante s strisce soffiava un bel po e la zia gli aveva già gridato diverse volte Basta che schianti così!. La pace è stata raggiunta grazie al giudizio salomonico dello zio che ha preso la scatola e l'ha appesa fuor di finestra a un cancio da macellaio col quale tiriamo su la roba pesante quando torniamo dalla spesa e non abbiamo voglia di portar pesi per le scale.
Hanno mangiato insieme, poi si sono leccate e adesso mentre il Rotolo con un' aria assai fiera, da trionfatore si è adagiato sul tavolo

 davanti allo zio che fa i rebus e si autopremia con un bicchiere di vino ad ogni soluzione trovata, la zia si è buttata sul letto a riposare ma, sotto il pile a pallini, guardate un po' come si riposa abbracciato a lei  il valoroso comandante della cavalleria felina!



Baci Dani

martedì 10 ottobre 2017

fatevi i gatti vostri n 716 "lo sapevo...."

Lo sapevo anzi me lo immaginavo che appena avrei mollato la punzecchiatura da Zanzara, i magnifici nostri si sarebbero di nuovo seduti lasciando il blog a languire.
Richiamo ufficiale a Dani:

PACTA SERVANDA SUNT!

Invito bonario a Dante: 
Lo so che non stai bene ma a scrivere una paginetta mica sudi o prendi freddo no?

Risparmio l'invito a Holly che ha già troppo da fare e deve riprendersi dalle fatiche compiute per darci ospitalità, ma se ti capita, una ricetta o una foto di un dolce, un maglione o ciò che più ti piace, passalo a Dani o mandalo a me e lo mettiamo online

un abbraccio ai lettori

Zanza

domenica 8 ottobre 2017

fatevi i gatti vostri 715 "Bilancio e partenza"



Alla fine son qui che preparo lo zaino. Ho appena finito di aiutare Dino a sistemare  la sua roba, che si ostina a portare in sacchetti di nylon della coop. Dato che il suo guardaroba era ridotto davvero ai minimi termini, Costanza gli ha comprato una sacco di vestiario nuovo consigliandosi, per fortuna con me e con Dani. Conosciamo troppo bene Dino e si sa che non  metterebbe mai una maglietta firmata, un paio di jeans a vita bassa, un maglioncino di cachemire. Così le abbiamo fatto prendere un paio di scarpe di quelle antinfortunistiche, di fattura eccellente ma assai sobrie alla vista. Sono scarpe che non hanno bisogno di essere pulite e si usano bene in quasi tutte le stagioni ad eccezzione forse della piena estate. T shirt nere, varie e bianche, poche, perché il bianco si macchia con facilità e si smacchia con difficoltà. Jeans una chicca: Holly ci ha insegnato un negozio nel ghetto dove abbiamo trovato i jeans giapponesi. Gli unici secondo Holly che lasciano al palo tutti gli altri per resistenza, taglio, qualità del denim, quelli comprati per Dino si chiamano "momotaro" e non costano poco ma Costanza ha chiesto il meglio e il vecchio negoziante ebreo ci ha fatto una vera lezione su questi jeans spiegandoci che hanno un ciclo di vita 5 volte superiore a quello di levis, wrangler, lee e diesel. Il maglione tipo pescatore glielo aveva già preparato Holly ai ferri e per Natale ne avrà un altro. Per sopra abbiamo fatto desistere Costanza dall' idea di acquistare un giaccone per Dino perché non abbandonerà mai l'eskimo. Così abbiamo preso tre giacconi uguali per noi tre molto belli, tipo caccia e pesca e Costanza ha voluto per forza regalarci i nostri ed uno per Holly. Alla fine ci siamo accorte che non avevamo preso nulla per Dante e così gli abbiamo preso una bella armonica di tonalità bassa  (non l'aveva) alla casa della musica, con il patto che se non gli piacesse la possa cambiare con un altro modello o altro tipo di strumento. Per cena abbiamo ordinato pizza a domicilio per tutti e poi ci siamo dati da fare per riportare la casa di Holly allo stato in cui si trovava al nostro arrivo. Non è stato un gran lavoro perché Holly è sempre efficientissima e ha costantemente pulito sia gli ambienti sia tutto quello che abbiamo adoperato.
Domattina partiremo tutti e tre insieme perché Costanza ha deciso di volare da Pisa a Zurigo e lasciare la macchina in aeroporto dove lunedì dovrebbe transitare un suo impiegato che deve fare alcuni giri in Italia e che la riporterà su guidando. Nello stesso tempo che impiega a venire a Livorno, forse avrebbe potuto guidare fino in Svizzera ma pare non voglia rinunciare a stare ancora un poco con Dino. Io e Dani ci siamo abbracciate con la promessa che lei mi venga a far visita e non per i soliti 2 giorni e soprattutto quella di non abbandonare il blog che mi pare abbia ripreso un po' di ossigeno. Viene da chiedersi se mantenere un blog con pochi lettori abbia ancora un senso  a distanza di dieci anni dalla sua comparsa. Per me sì, per me è un collante prezioso, è un modo di vivere internet alla nostra maniera, consci del progresso ma non schiavi dei suoi trend, aggiornati ma non asserviti. Quanto resisteremo? Chi lo sa, per il momento riusciamo ancora a godere del nostro esser diversi senza farne una questione snobistica o accidiosa, teniamo in vita valori che si attenuano fino a scomparire, il riunirsi accanto alla stufa, il cantare e suonare insieme, il passare intere giornate senza controllare il cellulare, bere il vino nelle osterie e troivarsi incantate a guardare le prime ombre della sera che calano sulla laguna senza sentire il bisogno di scattare un selfie.
Baci a tutti Zanzara

Domenica mattina ore 8,30 ho appena accompagniato il trio dei partenti alla macchina di Costanza. Il trem per Venezia scivola silenzioso sul ponte che collega il centro storico alla terraferma. Mi sento come svuotata. Mi mancheranno l'allegria di Zanza e la solidità di Costanza mi mancherà molto anche la chitarra di Dino e non so se zio Dante vorrà suonare l'armonica da solo. Ha gradito molto quella che gli abbiamo portato ieri sera.
Bacioni e a Presto

Dani

venerdì 6 ottobre 2017

fatevi i gatti vostri n. 714 " il bagno di Balena video filmato !"

So tre settimane che siamo accampati tra ca di Holly e casa di Dani, un pensavo davvero di fà una vacanza Tra settembre e ottobre. S'è deciso, domenica mattina si riparte tutti. I ritorno a Livorno con Dino che ha riaffermato con tutta la sua caparbietà di non voler andare in Svizzera. Costanza c'è rimasta male, lei aveva tenuto duro (e secondo me aveva fatto bene) ma Dino è più duro di tutti, nemmeno dante a forza di cazzotti lo potrebbe convince, sennò ci avrebbe digià provato. A Costanza luilì  gli vole bene ( perdonate l'uso del gli ma Le un mi viene propio) ma l'unica concessione che ha fatto ai sentimenti è stata questa:
L'ho vista, m'ha fatto piacere, s'è passato dele belle giornate tutti inzieme se vole venì lei a Livorno la mi casa è aperta ma, considerato che un la pulisco da un anno.... ci so anche tanti alberghi più confortevoli. Io in Isvizzera un ci vado nemmeno morto.
Costanza non può andare a Livorno, il lavoro la chiama e 3 settimane di parentesi, a dir suo, non se le era mai concesse. Comunque con me e Dani è stata bene e, secondo lei se un rapporto d'amore vuol dire sofferenza, preferisce no rapporto e no sofferenza. O pravatevi a dagli torto!
Dani s'è ripresa, l'ho capito perché ha riprencipiato a commentare l'omini visti da dietro (noi ragazze lo si fa, è un fatto assodato) vol dì che un po' d'ormoni hanno comincito a rigiranni ner sangue e prima o poi si moverà all'attacco. La sottoscritta....è un punto dolente, scrive, sona, balla,mangia, ride ma  un batte chiodo da parecchio tempo, non so nemmeno io perché, perche la libertà m'alluzza più dela passione probabirmente e mi sta bene così. Come dice la mi mamma di 3 non gliene è escito nemmeno uno normale, ma se la normalità è quella che vedo su facebook e su istagram  potrebbe esserne felice.
Dante mi preoccupa, la bronchite non gli passa anzi mi pare pèggiori nonostante l'aerosol col cortisone e gli antibiotici che il dottore alla fine gli ha dato per paura di infezioni.
Holly è stata la meglio del branco, ci ha nutriti, ha avuto un pensiero per tutti, non ha battuto ciglio per l'invasione della sua casina piccina picciò e adesso che si avvicina l'ora del saluto è mogia mogia.
I gatti sono stati bene, carezze da tutti, qualche boccone in più insomma non so se agognassero l'ora di riappropiarsi dei propri spazi ma mi pare che anche co tutto sto casino si trovassero bene.
Vi propongo un simpatico filamato che, a dire il vero era ad uso familiare ma è tanta la simpatia che ne traspare che penso possa essere apprezzato anche dai nostri lettori. Dovete sapere che ogni mattina Balena e Dante si fermano a letto. Lo attribuivamo a una identica forma di pigrizia, invece Dante ci ha raccontato che ogni mattina fa fare il bagno a Balena. Che fosse necessario un monitore per far lavare un gatto mi pareva cosa strana, inoltre Balena è pulitissimo ma pare riceva una sorta di gratificazione dall' avere un pubblico mentre si lava e Dante lo asseconda da tempo.
Domani ci siamo ancora e farò l'ultimo post, poi forse a Natale vengano tutti loro a Livorno.
baci Zanza